Armand Motura

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Artorn a la Tàula


Armando Mottura (1905-1976)[modifiché]

"Accanto ad Alfredo Nicola ed Armando Mottura, appassionate anime cittadine, poeti d’amore, giovanilmente ardente il primo, e trasognato l’altro, nostalgicamente sognanti liriche evasioni verso la verde quiete della campagna od eroiche elevazioni verso le immacolate vette dei monti, un altro gruppo di poeti canta un ben diverso canto. Figli della campagna, contadini fin nelle più profonde fibre, esiliati nella modernità vertiginosa della vita, essi esprimono nella loro poesia il canto stesso della terra, che, simile ad una linfa, sale alle loro bocche dai solchi ch’essi percorsero nella loro spensierata adolescenza" (Pinin Pacòt, da la prefassion a «Pan ‘d coa» ëd Nino Autelli dël 1931).


Bibliografìa[modifiché]

  • Reuse rosse – La Piemontèisa – Turin – 1947
  • Paisagi ‘d Val Susa – A l’ansëgna dij Brandé – Turin – 1949
  • La patria cita – Ij Brandé – Turin – 1959
  • E adess pòvr òm...? – Ij Brandé – Turin – 1969