Giovanni Cerutti/Canson/La Brandolin-a

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Artorn


LA BRANDOLIN-A[modifiché]

Canzone umoristica che descrive la festa di nozze di una ragazza fisicamente molto robusta, di nome Brandolina. Con una tinozza le hanno fatto l’anello di matrimonio e per farla entrare in casa hanno aperto porte e portoni, spingendola dentro con calci e spintoni! Per farla sedere si è dovuto fare una “piccola” panca, sulla quale potevano starci centocinquanta persone normali! Per soddisfare il suo appetito, le hanno preparato sette infornate di pane e sette brente di vino. Per il sonnellino pomeridiano, la bella Brandolina si è distesa su un pagliericcio sul quale potevano stare sette battaglioni di soldati. Infine, per farla addormentare, attorno al suo cuscino si sono messi sette suonatori di chitarra e sette suonatori di violino!


L’han marià la Brandolin-a, për anel a l’han daje na tin-a,
la bela Branda, la Violin-a, la bela Branda, la Violà!
Quand ch’a sìa peui marià, coma faroma a fela 'ntrè 'n ca? (bis)
L’han druvert pòrte e porton, l’han fala intré a càuss e posson, la bela Branda ...(ecc.).
Quand ch’a sìa peui intrà, coma faroma a fela setà? (bis)
L’han fait fé na cita banca, i na stasìa sent e sinquanta, la bela Branda ...
Quand ch’a sìa peui setà, coma faroma a fela mangià? (bis)
L’han portà set fornà 'd pan, gnanca avune fin a doman, la bela Branda ...
Quand ch’a l’abia peui mangià, coma faroma a fela beivà? (bis)
L’han portà set brinde 'd vin, pen-a bagnà sò bel bochin, la bela Branda ...
Quand ch’a l’abia peui beivà, coma faroma a fela cogià? (bis)
L’han cogiala su 'n pajon, ch’a-i na stasìa set batajon, la bela Branda ...
Quand ch’a sìa peui cogià, coma faroma a fela durmià? (bis)
Set ghitare e set violin tut antorn dël sò cussin, la bela Branda ...