Giovanni Cerutti/Canson/Delle qualità delle donne

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Artorn


DELLE QUALITÀ DELLE DONNE[modifiché]

1744; parole e musica di Padre Ignazio Isler

Questa allegra canzone di Padre Ignazio Isler vuole mettere in guardia gli uomini dai … pericoli che corrono frequentandole. Le donne, secondo Isler, vogliono avere sempre ragione e non sono capaci a mantenere un segreto! (L’edizione originale della canzone è fatta di trenta strofe!).


Chi sta amis con le fumele n’avrà mai sò cheur content;
a son tute tante vele ch’a van secondand ij vent.

Gioventù, chité le scùfie, d’autrament av costrà car;
séve nen ch’a son 'd bërnùfie, incostante pì che 'l mar?

Për tiréve a favorìe a san déve 'd bombonat;
për daré, peui, 's buto a rije, përchè a v’han ant ij garat.

Gara avèj na quàich contèisa con sti umor fàit a fëston!
Già, l’é ròba bele antèisa: lor a l’han sempre razon.

S’ëj volì lodéje, i peule, ché a l’han peui sta còsa 'd bon:
confidéje lòn che veule, a son segrete com ël tron.